Costa cara a Mario Balotelli la scommessa dello scooter di Napoli: il calciatore è stato denunciato all'autorità giudiziaria dalla Polizia Municipale per istigazione a delinquere ed esercizio di gioco d'azzardo L'atto, dovuto, emerge a seguito delle indagini sulla "scommessa" che sabato scorso lo ha visto protagonista insieme con un napoletano, Catello Buonocore, lanciatosi nel mare di Mergellina in sella a uno scooter, secondo quanto si evince da un video diventato virale sul web, in cambio di duemila euro. Insieme con Balotelli sono state denunciate altre tre persone, tra le quali Buonocore stesso. A far scattare la denuncia, il proprietario dello scooter e il titolare della concessione d'uso del molo di Mergellina dove Buonocore si è lanciato in acqua.

La denuncia contro Balotelli

Perché Balotelli è stato denunciato e perché quel che che si vede nel video è un reato? L'uomo che si è gettato in acqua ha violato il Testo Unico dell'Ambiente circa l'abbandono di rifiuti pericolosi e il getto pericoloso di cose. Toccherà ora al magistrato a cui verrà affidato il fascicolo a decidere le ipotesi di accusa da contestare ai quattro, alcuni dei quali ascoltati oggi come persone informate sui fatti. Gli uomini della Capitaneria di Porto e del Reparto Ambientale della Polizia Municipale hanno avviato sabato scorso indagini d'iniziativa avviate anche sulla base del video diventato in poco tempo virale sul web. Ieri lo scooter è stato ritrovato in via Andrea D'Isernia a pochi passi dall'Arco Mirelli.

La vicenda di Balotelli è stata, come si immaginava, fonte di dibattito e scontri sul web. C'è chi se la prende col calciatore, ‘reo' di aver ‘tentato' il napoletano con una cifra (relativamente) ingente. C'è invece chi se la prende soprattutto con l'uomo che ha accettato la scommessa, accusato da molti peraltro di aver fatto fare l'ennesima brutta figura alla città e ai suoi residenti.

Balotelli, c'è anche un esposto in Procura

"Anche noi abbiamo presentato un esposto alla Procura della Repubblica di Napoli, chiedendo di valutare eventuali ipotesi di reato. Quanto accaduto rappresenta un gesto sconsiderato e ingiustificabile, esposto ad un forte rischio emulazione”. Lo affermano il consigliere regionale dei Verdi Francesco Emilio Borrelli, il consigliere comunale del Sole che Ride Marco Gaudini e gli avvocati Rosario e Sara Iervolino.