Una domenica spensierata, di relax, si è trasformata in tragedia per un uomo di Sant'Arsenio, piccola cittadina della provincia di Salerno. L'uomo stava accendendo il barbecue per una grigliata, quando, da quanto si apprende, è stato investito da un ritorno di fiamma ed è rimasto ferito. Soccorso dai sanitari del 118, l'uomo è stato trasportato d'urgenza all'ospedale Luigi Curto di Polla. Il personale medico del nosocomio del Vallo di Diano, vista la gravità delle ferite riportate dall'uomo, hanno ritenuto necessario il suo trasferimento in un ospedale più adeguato: il paziente è stato così trasferito in eliambulanza al reparto Grandi Ustionati dell'ospedale Cardarelli di Napoli, dove è ricoverato in gravi condizioni di salute.

A Teggiano, ancora nella provincia di Salerno, soltanto qualche settimana fa una donna di 95 anni è purtroppo deceduta in circostanze simili. L'anziana donna ha cercato di accendere il camino della sua abitazione utilizzando dell'alcool: il combustibile ha però generato una fiammata, che l'ha investita, ustionandola gravemente. Anche in quella occasione, i sanitari del 118 avevano trasportato la 95enne al vicino ospedale Luigi Curto di Polla e, ancora, vista la gravità delle ferite era stato dispoto il suo trasferimento al reparto Grandi Ustionati del Cardarelli di Napoli, dove purtroppo la donna è deceduta qualche giorno dopo il ricovero.

Nella notte a Giugliano in Campania, nella provincia di Napoli, una donna di 49 anni è stata invece arrestata per aver appiccato un incendio ad un ricovero per senzatetto. La 49enne si è recata nel centro per chiedere un posto letto e, quando le è stato negato, la donna ha preso un accendino e ha dato fuoco ad alcuni mobili.