Il guard rail danneggiato sulla Telesina
in foto: Il guard rail danneggiato sulla Telesina

Sembrava, inizialmente, un tragico incidente stradale. In realtà è stata la conducente, una mamma di 34 anni, originaria di Campolattaro, disabile sordomuta, a spingere volontariamente l'automobile contro il guardrail. A quanto è stato ricostruito, non senza fatica, viste le difficoltà di comunicazione con la  donna, quest'ultima avrebbe parcheggiato, sarebbe scesa dalla macchina, in sosta lungo la Statale 372 Telesina nei pressi di Solopaca, provincia di Benevento, e avrebbe gettato il figlio di appena 4 mesi di vita nella scarpata vicina.

Solopaca, madre uccide il figlio gettandolo nella scarpata

Stando a quanto si apprende, il piccolo non è morto sul colpo, nonostante sia rotolato giù per 7 metri, e per questo la donna sarebbe scesa nel fosso e avrebbe colpito il figlio alla testa con un sasso o un pezzo di legno. Questa sarebbe la prima ricostruzione del titolare delle indagini, il sostituto procuratore di Benevento Vincenzo Toscano. La donna è stata fermata e tuttora si trova piantonata dalle forze dell'ordine all'ospedale Rummo di Benevento con la terribile ipotesi, di infanticidioI carabinieri stanno sentendo tutta la cerchia familiare della donna, per capire se alla base del gesto vi fossero problemi con il compagno o un forte stato depressivo in seguito al parto. Nella stazione di Solopaca è stato convocato il compagno della donna, un 32enne di Quadrelle, in provincia di Avellino nel tentativo di ricostruire con esattezza i contorni della vicenda. Era stato proprio quest'ultimo a denunciare, allarmato, la scomparsa della disabile.

Sul luogo  sono intervenuti i vigili del fuoco, che hanno trovato la madre ferita e priva di sensi. La notte scorsa alcuni passanti hanno visto una Opel Corsa ferma a bordo strada e davanti al guardrail danneggiato e per questo hanno avvertito i pompieri. Sul posto anche i carabinieri del comando provinciale di Benevento.  Nelle prossime ore la procura di Benevento affiderà l'incarico per l'esame autoptico sul bimbo.