Mara Carfagna, Sergio Costa e Stefano Caldoro.
in foto: Mara Carfagna, Sergio Costa e Stefano Caldoro.

Nuovo sondaggio elettorale in vista delle Elezioni Regionali del 2020 in Campania: dopo quello di Winpoll Arcadia di fine settembre, in cui era dato per favorito Vincenzo De Luca, stavolta il sondaggio elettorale effettuato da Antonio Noto, su incarico di Clemente Mastella, vede per favorita la coalizione di centrodestra (al 42%), con Mara Carfagna a sua volta favorita su Vincenzo De Luca (44% contro il 32%). Il sondaggio elettorale è stato effettuato su un campione di mille intervistati a telefono tra il 12 e il 15 novembre scorsi, ed a differenza del sondaggio di Winpoll Arcadia ha visto anche la campionatura della preferenza per i singoli partiti oltre che per i possibili candidati governatori. I risultati del sondaggio elettorale sono stati diffusi nell'edizione odierna de "il Mattino".

Coalizione di centrodestra in Campania al 42%

La coalizione di centrodestra, con all'interno Forza Italia, Lega e Fratelli d'Italia, viene data in testa con il 42% delle preferenze. Seguono il centrosinistra al 32% ed il Movimento Cinque Stelle al 18%, al netto ovviamente di eventuali alleanze (teoricamente, la mera somma di preferenze metterebbe un'ipotetica alleanza Pd-M5S al 50%). Singolarmente, il partito più votato della coalizione di centrodestra sarebbe Forza Italia al 16% (in aumento rispetto al 13,7% delle Europee, ma al ribasso contro il 18,2% delle Politiche), davanti a Lega (13%, in calo rispetto al 19,2% delle Europee ma in netta crescita rispetto al 4,3% delle Politiche), e Fratelli d'Italia al 10%: proprio il partito di Giorgia Meloni sarebbe quello più in crescita rispetto agli altri: voti che sarebbero raddoppiati rispetto alle Europee (5,8%) e triplicati rispetto alle Politiche (3,5%). Il Partito Democratico è dato attorno al 22%, confermandosi il primo partito della Campania (+3 punti rispetto alle Europee, +9 punti rispetto alle Politiche), mentre Italia Viva, nata dalla scissione di Matteo Renzi, è attorno al 3%, la metà del dato stimato a livello nazionale (6%). Le altre eventuali liste di centrosinistra non raggiungerebbero invece il 2% cadauna. Brusco calo di consensi per il Movimento Cinque Stelle, fermo al 18% ed in netto calo rispetto al 33,9% delle Europee ed il 49,4% delle Politiche.

Mara Carfagna raccoglierebbe il 44% dei consensi

Diversa la corsa alla poltrona più prestigiosa di Palazzo Santa Lucia: in testa ci sarebbe Mara Carfagna (centrodestra) con il 44% delle preferenze, davanti a Vincenzo De Luca (centrosinistra) al 32% e davanti a Sergio Costa (Movimento Cinque Stelle) con il 22% delle preferenze. In caso di candidatura di Stefano Caldoro, promossa pochi giorni fa da Silvio Berlusconi, le preferenze passerebbero al 42% rispetto alla Carfagna, con De Luca che salirebbe al 34% e Sergio Costa al 20%. Prevista anche l'ipotesi di candidatura di Clemente Mastella per il centrodestra: ma il consenso del sindaco di Benevento sarebbe identico a quello di Caldoro (42%) e non muterebbe le preferenze di De Luca (34%) e Sergio Costa (20%). Assente dai sondaggi il sindaco di Napoli Luigi De Magistris che ha annunciato la presenza di una lista DemA ma che non sarebbe in corsa in prima persona per Palazzo Santa Lucia.

Costa: "Io candidato? Faciteme fa ‘o ministro"

Il ministro dell'Ambiente Sergio Costa ha fatto tuttavia già sapere che non sarebbe interessato a candidarsi come Governatore della Campania. "Questo delle regionali sta diventando una specie di loop. Vi rispondo in napoletano, faciteme fa ‘o ministro che è già una faticaccia", ha detto ai giornalisti che gli chiedevano quest'oggi cosa ne pensasse dell'eventuale investitura per la corsa a Palazzo Santa Lucia.

Caldoro: "Vantaggio del centrodestra è un dato"

Prudenza anche da parte di Stefano Caldoro, possibile candidato del centrodestra, che tuttavia parla di "un dato chiaro", e cioè che "il centrodestra è largamente in vantaggio in Campania". Merito, a suo dire, dei tre possibili candidati che sono, oltre a lui, Mara Carfagna e Clemente Mastella. "Candidati che hanno un forte consenso. Sono molto felice di vedere che io abbia un fortissimo radicamento nella coalizione".