È stata avvertita distintamente anche a Napoli la scossa di terremoto che stanotte ha devastato l'Albania, nella zona di Durazzo. Il sisma di magnitudo 6.5 ha colpito alle 2:54 ora locale (le 3:54 in Italia) la costa settentrionale del paese dell'Est Europa; la scossa in Italia è stata ovviamente avvertita anche in Puglia, segnalazioni anche da comuni della Basilicata. Secondo i dati dell'Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia il terremoto ha avuto ipocentro a 10 chilometri di profondità. Diverse le repliche registrate: la più forte circa un'ora dopo di magnitudo 5.4, sempre nella stessa zona costiera albanese, di fronte alla Puglia.

In tutta Napoli, la scossa è stata avvertita distintamente soprattutto da chi vive ai piani alti. Tante le segnalazioni anche da parte dei residenti al Vomero, al Rione Alto, all'Arenella, che trovandosi in collina ha una percezione più netta delle onde sismiche. Preoccupazione, ma al momento non si registrano danni alle cose o alle persone. Il sisma è stato ampiamente registrato dagli strumenti in uso all'Osservatorio Vesuviano che 24 h su 24 monitora lo stato dei luoghi sismici della nostra regione, a partire dal vulcano fino alle caldere dei Campi Flegrei. A quanto apprende Fanpage.it ci sono squadre dei Vigili del Fuoco partite alla volta di Durazzo per prestare soccorso. La direttrice dell'Osservatorio vesuviano Francesca Bianco conferma che la struttura ha ricevuto  telefonate da parte di cittadini spaventati che temevano che l'epicentro fosse il Vesuvio o i Campi Flegrei. Tante le telefonate giunte anche alla sala operativa dei vigili del fuoco di Napoli.

Il terremoto che ha scosso l'Albania è arrivato dopo una giornata di sciami sismici che hanno scosso tutto il Sud Italia, e in particolare il Sannio: qui le scosse non hanno superato i 3.1 gradi, ma sono state avvertite ad intervalli regolari per tutta la mattinata, tanto da costringe alla chiusura delle scuole a titolo cautelativo. Chiusura di scuole e pubblici uffici che è stata poi estesa, prima ancora della forte scosse albanese, in tutta Benevento, ma anche a Ceppaloni, San Leucio Del Sannio, San Giorgio del Sannio, Apollosa, e per la provincia di Avellino ad Altavilla Irpina.