[Immagine di repertorio]
in foto: [Immagine di repertorio]

Non iniziano certo nel migliore dei modi le Universiadi 2019 di Napoli: durante la cerimonia stessa di inaugurazione, su via Claudio, un ragazzo di 23 anni atleta del Congo è stato ferito durante uno scippo. Ad agire sarebbe stato un solo uomo, che ha strappato di mano il cellulare del ragazzo, facendolo anche cadere a terra e procurandogli una contusione alla caviglia. Fortunatamente, i danni fisici riportati dal ragazzo non appaiono gravi da comprometterne la presenza alle gare. Ma indubbiamente l'episodio non rende giustizia allo spettacolo che, contemporaneamente, si stava svolgendo all'interno dello Stadio San Paolo, non distante da via Claudio.

Il tutto è accaduto attorno alle 23, a ridosso dell'impianto di Fuorigrotta dove si stava svolgendo la splendida cerimonia delle Universiadi. Un uomo si è avvicinato all'atleta ventitreenne congolese, che si trovava in strada su via Claudio (la partecipazione alla cerimonia non era obbligatoria per gli atleti, molti dei quali impegnati fino a poche ore prima in allenamenti ed altri ancora impegnati nella mattinata successiva), strappandogli di mano il cellulare. A quel punto, il giovane è finito a terra, battendo la caviglia e riportando una contusione alla stessa. Sul posto sono subito giunti i sanitari del 118 che lo hanno medicato sul posto, senza bisogno di portarlo in ospedale. Sulla vicenda indagano gli agenti della Polizia di Stato: fatto sta che non iniziano certo nel migliore dei modi le Universiadi 2019, che da una parte hanno mostrato il lato migliore di Napoli all'interno dello Stadio San Paolo, con una cerimonia che probabilmente è una delle più belle viste nelle recenti edizioni, mentre dall'altro hanno visto all'esterno l'ennesimo episodio di criminalità che, ironia della sorte, ha colpito proprio uno dei giovani ragazzi giunti a Napoli per gareggiare e coronare il sogno di riportare a casa una medaglia.