Le Universiadi 2019, i Giochi Olimpici riservati agli studenti universitari, si sono volte a Napoli e in Campania dal 2 al 14 luglio dello scorso anno. La Promo Wear della Id Eventi è un'azienda del Napoletano che si occupa di abbigliamento e che ha fornito cappelli e magliette per la manifestazione sportiva. Azienda che, ad oggi, sei mesi dopo le Universiadi, come raccontato a Fanpage.it, non ha ancora ricevuto il pagamento per il servizio offerto. "Abbiamo stipulato il contratto di fornitura per cappelli e magliette – raccontano dall'azienda – nel giugno scorso con l'Aru (l'Agenzia regionale Universiadi, costituita ad hoc dalla Campania nel 2016, ndr). Ma, ad oggi – ribadiscono – non siamo ancora stati pagati".

"Abbiamo atteso un po' di tempo dopo la fine delle Universiadi per richiedere il pagamento di quanto ci spettava – continuano dalla Promo Wear -. Dopo vari rinvii, ci hanno chiesto di presentare una documentazione aggiuntiva. Poi, all'ennesimo rimando, abbiamo deciso di rivolgerci ad un avvocato". I pagamenti, nel frattempo, però, continuavano a non arrivare. "Dopo l'ultimo contatto, ci hanno fatto sapere che i soldi sarebbero arrivati questa settimana. Poi, lunedì, tramite il nostro rappresentante legale ci hanno invece detto che i pagamenti sono bloccati. Dopo sei mesi, non abbiamo ancora visto i soldi per la fornitura erogate per le Universiadi".

Ritardi nei pagamenti si erano registrati anche per quanto riguarda le migliaia di volontari che avevano prestato servizio durante le Universiadi e che avrebbero dovuto ricevere un rimborso spese per i loro servizi. Per tantissimi volontari, i pagamenti sono stati inoltrati soltanto nel mese di settembre, due mesi dopo la fine della manifestazione sportiva.