La foto dal profilo Instagram di Sorbillo
in foto: La foto dal profilo Instagram di Sorbillo

NAPOLI – La pizzeria di Gino Sorbillo riaprirà lunedì 21 gennaio. L'annuncio è arrivato direttamente dal maestro pizzaiolo napoletano, durante una manifestazione avvenuta davanti al suo locale di Via dei Tribunali, dove al suo interno stanno avvenendo i lavori di manutenzione. In tanti, nelle ultime ore, avevano dimostrato la propria vicinanza al ristoratore, che del resto aveva già spiegato che non avesse intenzione di arrendersi. Su Instagram ha pubblicato una foto: "Aperti dopo la bomba. Viva Napoli", si legge su un cartellone dietro il maestro pizzaiolo.

Nella notte tra martedì e mercoledì sera, l'esplosione dell'ordigno all'esterno della sua pizzeria di via dei Tribunali, la sede storica del locale che, negli ultimi anni, si è espanso anche nel resto d'Italia ed all'estero, da Milano a New York, con progetti anche in Giappone. In tanti oggi, arrivati da Napoli ma anche da altre città, si erano dati appuntamento per esprimere solidarietà a Gino Sorbillo ed i suoi dipendenti, con tanto di cartelli "Napoli non abbassa la testa, io sto con Sorbillo". E proprio durante la manifestazione, l'annuncio più atteso: lunedì ci sarà la riapertura del locale, i cui lavori per ripristinare i danni subiti dallo scoppio stanno già volgendo al termine. Nelle ultime ore, soprattutto sui social, non erano mancato neanche le polemiche sulla vicenda: solo ieri, infatti, vi era stato un incontro tra Gino Sorbillo ed il ministro degli interni Matteo Salvini. Un incontro contro il quale molte persone avevano storto il naso, accusando il pizzaiolo napoletano di "scarsi sentimenti patriottici", andando ad incontrare il rappresentante della Lega contro cui, in passato, vi erano stati forti polemiche.