47 CONDIVISIONI
Opinioni
Bomba alla pizzeria Sorbillo di Napoli

Via Tribunali, pizzerie senza pace: furto nella notte da Attanasio

Ancora un episodio criminale in una pizzeria di via dei Tribunali, nel cuore di Napoli: dopo la bomba carta esplosa all’esterno della pizzeria di Gino Sorbillo a metà gennaio ed i proiettili che pochi giorni fa hanno invece raggiunto la pizzeria di Di Matteo, nella notte ignoti hanno rubato il fondo cassa all’interno della pizzeria Attanasio.
Entra nel nuovo canale WhatsApp di Napoli Fanpage.it
A cura di Giuseppe Cozzolino
47 CONDIVISIONI
L'esterno della Pizzeria Attanasio in via dei Tribunali, nel cuore del Centro Storico di Napoli.
L'esterno della Pizzeria Attanasio in via dei Tribunali, nel cuore del Centro Storico di Napoli.
Attiva le notifiche per ricevere gli aggiornamenti su
Bomba alla pizzeria Sorbillo di Napoli

Non c'è pace per le pizzerie di via dei Tribunali, nel cuore del centro storico di Napoli. Dopo la bomba carta che è esplosa all'esterno delle pizzeria di Gino Sorbillo prima e gli spari nella saracinesca della pizzeria Di Matteo subito dopo, stavolta è toccato anche alla pizzeria Attanasio finire agli onori della cronaca, non per le proprie pizze, ma per un furto subito nel proprio esercizio commerciale.

La scoperta del furto è avvenuta questa mattina, quando il titolare è andato ad aprire il locale alle 9.30 in via dei Tribunali. I ladri sarebbero entrati nella pizzeria attraverso una finestra del locale, riuscendo a portare via il fondo cassa, pari a circa mille euro, che erano stati lasciati nella pizzeria per pagare quest'oggi due fatture: una da 150 euro ed un'altra da 928 euro. I malviventi hanno lasciato tutto sottosopra, rovistando anche tra i documenti ma, una volta arraffato il fondo cassa pari a 1.078 euro, hanno stranamente lasciato al loro posto computer ed altre attrezzature della pizzeria, forse perché troppo ingombranti da portare via di fretta e furia. Sulla vicenda stanno ora indagando le forze dell'ordine del Commissariato Decumani.

L'anno nuovo è iniziato insomma nel peggiore dei modi per le pizzerie di via dei Tribunali: a metà gennaio, era avvenuta l'esplosione di una bomba carta all'esterno della pizzeria di Gino Sorbillo, che riaprì dopo alcuni giorni e dopo una grande mobilitazione generale. A febbraio era toccato invece alla pizzeria Di Matteo essere raggiunta da alcuni colpi di pistola, forse arrivati "casualmente" durante una generica stesa. Stanotte, invece, l'episodio all'interno della pizzeria Attanasio. Tempi duri, insomma, per le pizzerie storiche del cuore di Napoli.

47 CONDIVISIONI
Immagine
Giuseppe Cozzolino, giornalista, classe 1984. Laureato in Lingue Straniere, lavoro con Fanpage.it dal 2012, attualmente in forza alla redazione di cronaca di Napoli. Videogamer e appassionato di musica, di cani e di storia, soprattutto antica.
29 contenuti su questa storia
Chi ha ironizzato sulla bomba in pizzeria dovrebbe ora chiedere scusa a Gino Sorbillo
Chi ha ironizzato sulla bomba in pizzeria dovrebbe ora chiedere scusa a Gino Sorbillo
Decapitato il clan Sibillo. Arresti anche per coloro che chiedevano soldi alle pizzerie
Decapitato il clan Sibillo. Arresti anche per coloro che chiedevano soldi alle pizzerie
Spari contro la storica pizzeria Di Matteo, la verità nei video della sorveglianza
Spari contro la storica pizzeria Di Matteo, la verità nei video della sorveglianza
autopromo immagine
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni
api url views