NAPOLI – Sono tantissime le persone che, oggi, si sono strette intorno a Gino Sorbillo, dopo che la sua pizzeria storica, una delle più note di Napoli, nel cuore della città, è stata colpita questa notte dall'esplosione di una bomba, che ha distrutto l'ingresso e danneggiato i locali all'interno. Dai rappresentanti delle istituzioni, come il vicepremier Luigi Di Maio, agli esponenti del mondo dello spettacolo, come Antonella Clerici e Caterina Balivo, fino ai colleghi, tutti hanno espresso solidarietà al pizzaiolo napoletano. Tra questi, anche la pasticceria Poppella, noto locale del Rione Sanità, e il suo proprietario Ciro, che su Instagram scrive: "Siamo vicini all'amico Sorbillo".

Ciro e la sua pasticceria, divenuti in poco tempo punto di riferimento non solo per il quartiere, ma per tutta la città, anche grazie al successo dei "Fiocchi di neve", dolce di sua invenzione, sono stati vittime di un episodio analogo, a scopo intimidatorio: all'alba del 23 febbraio del 2017, due anni fa, la vetrina della pasticceria, in via Arena, venne colpita da una stesa: alcuni proiettili la mandarono in frantumi.