Piovono solidarietà dopo la bomba alla pizzeria di Gino Sorbillo ai Tribunali: "Una bomba contro la mia pizzeria adesso! Cinque anni fa mi hanno incendiato la pizzeria e adesso arriva anche una bomba. Sono stato nell’Arma dei carabinieri e ho scelto di fare il pizzaiolo nella mia Napoli che amo e amerò per sempre", così ha scritto il quarantenne pizzaiuolo partenopeo e non sono tardate ad arrivare manifestazioni di solidarietà.

La prima è Antonella Clerici che ha condiviso gli anni di "Prova del cuoco" con Sorbillo: "Hanno messo una bomba intimidatoria nella pizzeria napoletana di via dei tribunali del mio amico Sorbillo. Caro Gino la tua onestà la tua trasparenza e l’amore per il tuo lavoro avranno la meglio su questi infami. Ti voglio bene, ti sono vicina". Clerici aveva di recente invitato Sorbillo anche a Portobello per una iniziativa di solidarietà con il ristorante di alcuni giovani.