Ok ai prolungamenti dei mezzi pubblici Anm a Natale e Capodanno, ma solo per alcune linee. Corse no stop del metrò e delle Funicolari Centrale e Chiaia la notte del 31 dicembre. Chiusura anticipata o totale, invece, per le Funicolari di Montesanto e Mergellina e per alcune uscite secondarie della Linea 1. Le corse aggiuntive delle feste, però, ci saranno solo se si troveranno i volontari. Ai dipendenti dell'azienda di trasporto andrà un premio di 12 euro in più all'ora, in aggiunta agli straordinari e allo stipendio. L'accordo siglato oggi pomeriggio da Filt Cgil, UilTrasporti, Fit Cisl, Ugl Fna, Faisa Cisal e Usb.

Capodanno 2020 gli orari dei mezzi pubblici a Napoli:

VIGILIA DI NATALE E ULTIMO DELL'ANNO. Il 24 e il 31 dicembre la Metropolitana Linea 1, i pullman e le biglietterie degli Anm Point, chiuderanno alle ore 20,00. I parcheggi Anm invece chiuderanno alle 20,30.

NATALE E CAPODANNO. Il 25 dicembre e il 1 gennaio 2020, la Linea 1 chiuderà alle 13,30 con riapertura, ma solo se si troveranno i dipendenti volontari alle 16,30. Le Funicolari di Montesanto e Mergellina, invece, faranno l'ultima corsa alle ore 13,00. Gli autobus effettueranno le ultime corse alle 13,30, con ripresa, anche in questo caso volontaria, dalle 16,00, ma con servizio ridotto e solo sulle principali linee bus. Gli ascensori di Chiaia e della Sanità saranno aperti fino alle 13,30, con ripresa volontaria dopo le 16. Anche le biglietterie delle stazioni Anm Point a Natale chiuderanno alle 13, con ripresa volontaria alle 16,30, a Capodanno, invece, si fermeranno dalle 13,30 alle 16,30. I parcheggi Anm faranno una interruzione dalle 13,30 alle 16,30.

NOTTE DI SAN SILVESTRO. L'accordo prevede corse non stop per tutta la notte del 31 dicembre della metropolitana Linea 1 e delle Funicolari Centrale e Chiaia. In modo da consentire ai cittadini e ai turisti di poter godere delle numerose iniziative in città, dai veglioni, al concertone di piazza del Plebiscito e del Lungomare. Resteranno aperti anche i parcheggi Mancini, Spalti Maschio Angioino, Brin, Chiaiano, Frullone, Colli Aminei, Argento. Orario continuato fino alle 6 del mattino del 1 gennaio anche per le biglietterie delle Funicolari Centrale e Chiaia, le stazioni del metrò Municipio, Toledo e Chiaiano. Ci sarà una task force di controllori a verificare i viaggiatori a scrocco.

Rischio chiusura per le Funicolari di Montesanto e Mergellina

Le Funicolari di Montesanto e Mergellina e le seconde uscite della Linea 1 Rione Alto, Montedonzelli e Montecalvario potrebbero fare chiusura anticipata o non aprire proprio. Il personale sarà messo in ferie o a riposo retribuito.

Ai lavoratori che non fanno gli straordinari decurtate le ferie

“In tali giornate, ai lavoratori che per effetto delle anticipate chiusure dell'esercizio o delle sospensioni previste termineranno anticipatamente la prestazione ordinaria lavorativa sarà ridotto il monte ore ferie, in ragione delle ore residue al completamento dei turni pianificati”. Bonus, invece, di 12 euro all'ora o frazione non inferiore a 30 minuti per i lavoratori che faranno i prolungamenti, in aggiunta allo stipendio, allo straordinario e al notturno. Ma dovranno fare almeno 3 ore.

A rischio le corse aggiuntive della Funicolare Centrale di sabato prossimo

La volontarietà della prestazione aggiuntiva, però, non è sinonimo di sicurezza che la corsa si faccia, come ha dimostrato il flop dei prolungamenti notturni della Funicolare Centrale durante il Ponte dell'Immacolata. Non tutti i sindacati, infatti, hanno siglato gli accordi per gli straordinari con l'azienda. Se non si riesce a trovare il personale le corse aggiuntive inevitabilmente saltano. A rischio anche i prolungamenti di sabato prossimo della Funicolare Centrale. A confermare i malumori per l'accordo per i prolungamenti delle corse del sabato sera, la Faisa Cisal, che non ha firmato il patto la scorsa settimana e si scaglia contro la “disparità di trattamento economico”.

È da anni – afferma Marco Caruso, Segreteria FAISA CISALche i lavoratori delle Funicolari e della Linea 1 effettuano i prolungamenti percependo la retribuzione delle ore effettive lavorate ed eguale premialità per tutti i lavoratori impegnati. Il 5 dicembre, l’ANM ha sottoscritto un accordo con alcuni sindacati con cui si è prorogata l’intesa vigente sui prolungamenti riconoscendo, per i soli macchinisti della Linea 1, un’indennità aggiuntiva addirittura strutturale. Ciò ha causato malcontento tra tutte le altre famiglie professionali (Operatori FTA, Agenti di Stazione) che si sono sentite escluse. L'amministrazione, invece di mettere alla gogna quei lavoratori delle funicolari e della linea 1 che hanno giustamente rivendicato il mancato riconoscimento al sacrificio a cui si sono sempre sottoposti, diano la disponibilità a rivedere subito quell’accordo e garantire un equo riconoscimento economico a tutte le famiglie professionali”.