“Sono assolutamente da condannare le parole del presidente di Eav Umberto De Gregorio che, nel commentare la brutale violenza subita da una ragazza alla stazione della Circumvesuviana di San Giorgio a Cremano, ha quasi colpevolizzato la povera vittima, invitandola a selezionare meglio le sue amicizie. Come se la violenza subita fosse una conseguenza delle sue frequentazioni". A parlare è  la capogruppo regionale del Movimento 5 Stelle Maria Muscaràm

"E siamo solidali con i giornalisti di Fanpage.it, definiti da De Gregorio “killer della comunicazione” e “stupratori dell'informazione”. Definire killer dei cronisti è un’offesa a una categoria che, per il quotidiano lavoro di denuncia, è spesso bersaglio di minacce di morte. Ci aspettiamo ora le scuse del presidente di Eav nei confronti della giovane vittima di orrendi abusi e della redazione di Fanpage.it”. Così la capogruppo regionale del Movimento 5 Stelle Maria Muscar.