Immagine di repertorio
in foto: Immagine di repertorio

La piccola Marienne, la bambina di soli due mesi la cui storia ha commosso ieri l'intero quartiere del  quartiere Vasto, alle spalle della stazione centrale di Napoli potrebbe avere presto una nuova famiglia. In tanti si sono già fatti avanti chiedendo come adottare la bambina, il cui padre l'altro giorno cercava di "donare" ai passanti che se ne prendessero cura. Ancora irreperibile invece la madre. Una storia che ha avuto un lieto fine grazie alle forze dell'ordine, intervenute dopo le segnalazioni di residenti che parlavano di un uomo che, con in braccio una neonata, cercasse di "affidarla" anche a passanti.

Da quanto ricostruito dagli agenti dell'Unità Operativa Tutela emergenze sociali e minori della Polizia Municipale, diretta dal capitano Sabina Pagnano, l'uomo era il padre della piccola che, abbandonata dalla madre, aveva provato ad accudire da solo. Ma dopo diversi giorni, si è dovuto arrendere, tanto da preferire venisse adottata da qualcuno che potesse occuparsene, fosse anche uno sconosciuto. La madre intanto, che sarebbe una persona affetta da tossicodipendenza, è sparita senza lasciare traccia. Una volta capito che l'uomo non intendesse cambiare idea, gli agenti lo hanno aiutato ad iniziare l'iter per la messa in tutela della neonata, ora ricoverata all'ospedale Santobono di Napoli. Ma da tutta la città arrivano richieste per occuparsi della piccola, di soli due mesi. E non è escluso che nei prossimi giorni possa esserci già una svolta. Si cerca, intanto, di reperire la madre biologica della bambina, ancora oggi irreperibile anche per il compagno.