245 CONDIVISIONI
Opinioni
27 Gennaio 2017
12:44

Maradona a Costanzo conferma i rapporti coi boss Giuliano. La cittadinanza è inopportuna

L’intervista di Costanzo a Maradona conferma che l’ex Pibe de Oro ebbe rapporti col boss del clan Giuliano di Forcella. È opportuno dargli la cittadinanza onoraria ? Non sarebbe meglio limitarsi ad una medaglia al merito sportivo?
245 CONDIVISIONI
maurizio-costanzo-e-maradona

«Non ho mai avuto rapporti con la camorra. Dalla malavita ho avuto solo la sicurezza che nessuno avrebbe mai toccato le mie bambine. Scrissero che, se non fossi tornato a Napoli, se la sarebbero presa con la mia famiglia, ma non è mai stato così. Carmine Giuliano mi diede la sua parola che nessuno le avrebbe mai toccate». Diego Armando Maradona in una intervista con Maurizio Costanzo dice, a distanza di due decenni, quel che sapevano tutti. Ovvero che i rapporti con il boss del clan di Forcella, quelli con cui venne ritratto in una ormai celebre foto, in una vasca a conchiglia, c'erano, eccome.

L'ex ‘Pibe de oro' giustifica quel comportamento con la paura di una ritorsione per le figlie nel caso in cui non fosse tornato a giocare con la maglia azzurra. Tanto ci basta per dimenticare tutto e onorarlo, a maggio, con la cittadinanza onoraria di Napoli? «Mi ricordo che uscivo di notte e incontravo queste persone. Non sono il tipo di persona che chiede i documenti o il passaporto per fare una fotografia. Mi prestavo a quelle foto e poi uscivano quel tipo di notizie sui giornali» ha detto Maradona a Costanzo, facendo passare l'idea di una camorra buona e protettrice dei più deboli.

Dunque è giusto in virtù delle prodezze sportive d'un tempo che fu, passare un colpo di spugna sulla memoria e onorare l'uomo che fece "difendere" le figlie da ‘O Lione di Forcella con la cittadinanza napoletana e gli onori? Non sarebbe più giusta una medaglia al merito sportivo che separerebbe la vita e le gesta di Diego Maradona con la maglia del Napoli dalle sue pochezze di cittadino ospite di Napoli?

245 CONDIVISIONI
Giornalista professionista, capo servizio di Napoli a Fanpage.it. Insegna Etica e deontologia del giornalismo alla LUMSA. Ha un podcast che si chiama "Saluti da Napoli". È co-autore dei libri Il Casalese (Edizioni Cento Autori, 2011); Novantadue (Castelvecchi, 2012), Le mani nella città e L'Invisibile (Round Robin, 2013-2014). Ha vinto il Premio giornalistico Giancarlo Siani nel 2007 e i premi Paolo Giuntella e Marcello Torre nel 2012.
La figlia del boss Giuliano pubblica le foto di famiglia: su TikTok l'amarcord degli ex
La figlia del boss Giuliano pubblica le foto di famiglia: su TikTok l'amarcord degli ex "re" di Forcella
Reddito di cittadinanza, Lollobrigida a Conte:
Reddito di cittadinanza, Lollobrigida a Conte: "Ha fallito, se va per strada lui non ci dispiace"
535.402 di Marco Billeci
Covid Campania, oggi 1.374 contagi e nessun morto: bollettino di domenica 30 ottobre 2022
Covid Campania, oggi 1.374 contagi e nessun morto: bollettino di domenica 30 ottobre 2022
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni