La banchina della stazione Garibaldi della Linea 1 della metropolitana di Napoli.
in foto: La banchina della stazione Garibaldi della Linea 1 della metropolitana di Napoli.

Ferma l'intera tratta della Linea 1 della metropolitana di Napoli: è l'ennesimo venerdì nero per il trasporto pubblico partenopeo, già costretto dai mille disagi dovuti al traffico endemico che congestiona le linee cittadine e che nelle ultime ore si è arricchito, per così dire, di altri due problemi. In primis la chiusura della Galleria Laziale, dopo la caduta del fregio di ieri e che solo nella tarda mattinata di oggi è stata riaperta, e delle manifestazioni che stanno facendo deviare alcune tratte del trasporto su gomma dell'Azienda Napoletano Mobilità. Già alle dodici di questa mattina, la tratta della Linea 1 della metropolitana si era limitata tra Piscinola e Piazza Dante, con le fermate di Toledo, Municipio, Università e Garibaldi temporaneamente sospese. Poi attorno alle 15 è arrivato lo stop dell'intera tratta tra Piscinola e Garibaldi. Lo ha comunicato la stessa Azienda Napoletana Mobilità sui propri canali ufficiali, gettando così nello sconforto passeggeri e pendolari che, d'improvviso si sono ritrovati letteralmente in mezzo alla strada.

Nella tarda mattinata di oggi si erano registrati anche disagi per il trasporto su gomma, con le Linee 139, 604, 168, 178, 182 e C63 che dal Museo hanno limitato le proprie corse in via Conte di Ruvo, mentre la filovia 201 in via Broggia. Disagi anche per le linee Alibus, 151, 150, 254 e 202: una mattinata intensa, con deviazioni di percorsi e traffico causati da una manifestazione a Piazza Matteotti che, unita al resto, ha di fatto paralizzato il traffico cittadino. Senza contare infatti il blocco delle auto previsto per oggi e domani, a causa del troppo inquinamento rilevato in città.