Immagine di repertorio
in foto: Immagine di repertorio

Sono sbucati dal pavimento, ed hanno assaltato un ufficio postale dell'Arenaccia: un colpo da novantamila euro per quattro malviventi quello compiuto stamattina a Napoli. I malviventi non hanno esitato neanche a puntare le pistole in faccia ai dipendenti, prima di riuscire a sparire: minuti interminabili per chi era già presente alle Poste, oltre che per i dipendenti stessi.

Tutto è accaduto stamattina, lunedì 3 dicembre, nell'ufficio postale di via Polveriera 3, all'Arenaccia. Improvvisamente, quattro banditi a volto coperto con maschere rigide sono sbucati da un buco del pavimento, scavato in comunicazione con la rete fognaria. Armati di pistole, asce e spranghe di ferro, i quattro hanno quindi preso tutti i soldi in contanti che in quel momento erano disponibili tra cassette di sicurezza, dipendenti ed utenti. Per spaventare le persone presenti in quei minuti, non hanno esitato a puntare loro le pistole in faccia, mentre le cassette postali venivano scardinate. Il bottino delle sole cassette di sicurezza ammonta a circa novantamila euro. Un colpo che ricorda quello già visto anche a luglio, quando alcuni malviventi sbucarono improvvisamente nella sede delle Poste Centrali di Piazza Matteotti, nel cuore di Napoli, con un bottino di circa mezzo milione di euro.