Brusco risveglio per i pendolari napoletani: la Linea 1 della metropolitana è ferma. Il disservizio è stato causato da un treno guasto alla stazione di Vanvitelli, al Vomero: i treni dunque non circolano né in direzione Garibaldi né in direzione Piscinola. Anm  sui social dopo un lungo silenzio ha annunciato che la metro è formalmente operativa ma sarà irregolare:

Si informa la Gentile Clientela che, per circolazione irregolare, questa mattina potrebbero verificarsi ritardi sulla linea.

L'intera tratta, ovvero quella che va da Piscinola a Garibaldi, è stata riaperta soltanto sabato scorso, l'8 febbraio, e siamo già alla seconda interruzione del servizio. Proprio sabato, nella giornata "inaugurale", ovvero quando, dopo circa un mese di interruzione, la Linea 1 ha ricominciato a circolare sull'intera tratta, i treni si sono fermati, con la circolazione limitata alla sola tratta Dante-Piscinola. "Sugli 8 treni programmati, uno si è guastato attorno alle 6,30 ed è dovuto rientrare in deposito" ha riferito l'Anm riguardo al guasto dello scorso 8 febbraio, con la circolazione che è stata riattivata soltanto nel pomeriggio.

Il guasto di questa mattina sta, per forza di cose, saturando le altre linee del trasporto pubblico in città: autobus ma soprattutto funicolari, con particolare riferimento a quella Centrale, che copre in maniera più capillare la città, sono prese d'assalto dai viaggiatori partenopei che avrebbero dovuto usufruire della Linea 1 ma che sono impossibilitati per questa ennesima interruzione del servizio.

La nota di Anm: stop di 15 minuti per un guasto

In serata l'Anm ha diramato una nota stampa per spiegare il motivo dello stop di questa mattina. All'origine, spiega la società, un guasto elettrico sul pantografo del convoglio che stava per arrivare nella stazione di Medaglie d'Oro; il guasto ha provocato l'interruzione dell'alimentazione sul treno, con conseguente disalimentazione dell'energia a bordo e quindi all'accensione delle luci di emergenza. Il conducente, spiega Anm, è arrivato in stazione cinque minuti dopo il guasto, alle 8.25, e lì alcuni passeggeri hanno attivato l'apertura d'emergenza delle porte, quando il macchinista stava già per aprirle.

Il treno, svuotato, è stato portato alla stazione di Garibaldi dove è stato riparato. "Intanto – scrive Anm – la circolazione era stata fermata visto che c'era un treno fermo in stazione: ogni treno che era in viaggio in quel momento è arrivato alla stazione più vicina e si è fermato. La circolazione normale dei treni della Linea 1 è ripartita alle 8.35, cioé 15 minuti dopo il guasto".

(articolo aggiornato alle ore 19.44 del 10 febbraio 2020)