441 CONDIVISIONI
Noemi ferita dalla camorra a Napoli
9 Giugno 2020
13:29

Noemi, ferita in un agguato in piazza Nazionale: chiesti 20 anni di carcere per i responsabili

I pm hanno chiesto una condanna a 20 anni di reclusione per Armando e Antonio Del Re, i due fratelli accusati del ferimento della piccola Noemi e di Salvatore Nurcaro, ritenuto il vero obiettivo dei killer, durante l’agguato avvenuto in piazza Nazionale, al centro di Napoli, il 3 maggio del 2019.
A cura di Valerio Papadia
441 CONDIVISIONI
I fratelli Antonio e Armando Del Re
I fratelli Antonio e Armando Del Re
Attiva le notifiche per ricevere gli aggiornamenti su
Noemi ferita dalla camorra a Napoli

Si sta celebrando con rito abbreviato il processo ad Armando ed Antonio Del Re, i due fratelli accusati del ferimento della piccola Noemi – all'epoca di fatti 4 anni – e di Salvatore Nurcaro, considerato il vero obiettivo dei killer, nel corso dell'agguato consumatosi in piazza Nazionale, al centro di Napoli, in pieno giorno e tra la folla, il 3 maggio del 2019. I magistrati hanno chiesto 20 anni di reclusione per i due fratelli, considerati gli esecutori materiali dell'agguato ai danni di Nurcaro, appartenente a un clan rivale, nel quale però rimase ferita anche la bambina; la requisitoria è stata illustrata dai pm Antonella Fratello e Simona Rossi nel corso del procedimento, nel quale i genitori di Noemi si sono costituiti parte civile.

L'agguato e il ferimento della piccola Noemi

Il 3 maggio del 2019, in pieno giorno, i due killer arrivano a bordo di uno scooter: uno dei due scende e spara a Salvatore Nurcaro, che è fermo sul marciapiede in piazza Nazionale. Alcuni proiettili vanno a bersaglio, due lo mancano e colpiscono di striscio la nonna di Noemi, mentre centrano in pieno la bambina. Una pallottola nel torace, tra il polmone e i cuori: ricoverata all'ospedale Santobono, la piccola Noemi ci rimarrà un mese prima di essere dimessa. Una settimana dopo l'agguato, vengono arrestati i fratelli Armando ed Antonio Del Re, rispettivamente 28 e 18 anni; il primo viene intercettato a Siena, dove si è recato in visita al padre detenuto, l'altro viene beccato a Nola, nel Napoletano. Secondo gli inquirenti, sono loro ad aver organizzato l'agguato, anche se i due fratelli si sono sempre professati innocenti.

441 CONDIVISIONI
124 contenuti su questa storia
Noemi ferita dalla camorra a Napoli, processo d'appello. La famiglia: "Finalmente giustizia è fatta"
Noemi ferita dalla camorra a Napoli, processo d'appello. La famiglia: "Finalmente giustizia è fatta"
195.418 di Fanpage.it Napoli
Agguato in piazza Nazionale, pena ridotta per il killer che ferì la piccola Noemi
Agguato in piazza Nazionale, pena ridotta per il killer che ferì la piccola Noemi
"Ho sparato io a Noemi, chiedo scusa": dopo due anni Del Re confessa l'agguato di piazza Nazionale
"Ho sparato io a Noemi, chiedo scusa": dopo due anni Del Re confessa l'agguato di piazza Nazionale
Lascia un commento!
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni