658 CONDIVISIONI
12 Giugno 2015
19:04

Strage di Secondigliano, un mese dopo marcia silenziosa per non dimenticare

Lunedì 15 giugno a un mese dalla folle sparatoria costata la vita a 4 persone corteo silenzioso a Secondigliano per non dimenticare le vittime. I familiari di Bruner, il vigile eroe, attendono dal Comune di Napoli il conferimento della medaglia al valore al capitano della Polizia Municipale. Ancora critiche le condizioni di salute di Vincenzo Cinque, l’altro vigile urbano gravemente ferito dall’infermiere killer Giulio Murolo.
658 CONDIVISIONI

Lo scorso 15 maggio a Napoli, in via Napoli Capodimonte , a cavallo tra i quartieri di Secondigliano e Miano, un uomo, Giulio Murolo, infermiere all'ospedale Cardarelli, prelevava armi da un arsenale nascosto dentro casa e apriva il fuoco con un fucile di precisione, ammazzando quattro persone, ferendone una gravemente e mettendone a rischio molte altre. Un inferno di pallottole, sangue, terrore e poi manette, urla, lacrime. A terra i corpi del capitano della Polizia Municipale di Napoli Francesco Bruner, morto per aver tentato di scongiurare il conflitto a fuoco. E poi. sul pianerottolo, il fratello e la cognata dell'assassino, Luigi Murolo e Concetta Uliano. In strada, a terra, il corpo di Luigi Cantone, cuoco, passato nel posto più sbagliato possibile nel momento più sbagliato possibile.

In questo mese la città, incredibilmente, sembra aver metabolizzato e dimenticato. È proprio così? A Secondigliano, sul luogo della strage, c'è chi invece vuole ribadire – senza etichette, senza bandiere, senza slogan, senza parole – il proprio no alla violenza, da qualsiasi parte provenga. E per questo il trigesimo dalla scomparsa di queste vittime innocenti assassinate senza un perché sarà caratterizzato da una marcia silenziosa che avrà luogo lunedì 15 giugno alle ore 19.15 con partenza dalla parrocchia Sant' Antonio di Padova. Il percorso si concluderà sul luogo della tragedia.

«Un territorio non può rimanere indifferente di fronte a tanta violenza gratuita, che ha lasciato una scia di dolore nel cuore di tutti – spiega un volantino diffuso dagli organizzatori per spiegare i motivi che hanno portato alla mobilitazione -. La violenza e la sopraffazione hanno la caratteristica del caos, mentre la marcia sarà silenziosa però non un silenzio di omertà o peggio di complicità, ma un silenzio come segno del dolore , della meditazione e della condanna».

Strage di Secondigliano, la situazione un mese dopo

Ancora drammaticamente critiche le condizioni del vigile urbano Vincenzo Cinque, ferito durante il conflitto a fuoco, mentre per quel che riguarda l'autore della strage, Giulio Murolo, la difesa ha annunciato ai quattro venti di voler sottoporre l'uomo a una perizia psichiatrica. Per quel che riguarda il vigile-eroe Bruner, si attende dal sindaco di Napoli Luigi de Magistris la decisione di conferire la medaglia al merito al graduato della Municipale che ha pagato con la vita il gesto di impedire a Murolo di sparare.

658 CONDIVISIONI
Maltempo Marche, persone al lavoro a Senigallia dopo la devastante alluvione
Maltempo Marche, persone al lavoro a Senigallia dopo la devastante alluvione
1.836 di Cronaca
Disastro nelle Marche dopo l'alluvione: paese coperto dall'acqua che trascina via tutto
Disastro nelle Marche dopo l'alluvione: paese coperto dall'acqua che trascina via tutto
117.791 di MatSpa
Alluvione nelle Marche, le immagini dei soccorsi
Alluvione nelle Marche, le immagini dei soccorsi
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni