Anche Raffaele Borrelli lascia il carcere: il Tribunale del Riesame ha deciso per la liberazione, così come era stato per gli altri due indagati, Alessandro Sbrescia e Antonio Cozzolino. La decisione nel primo pomeriggio di oggi, 4 aprile, dall'ottava sezione (giudici Pepe, Foschini, Calabrese). Imminenti le motivazioni. I tre erano stati arrestati circa un mese fa, dopo la denuncia di una 24enne di Portici che aveva detto di essere stata violentata da tre giovani all'interno di un ascensore della stazione Eav della Circumvesuviana di San Giorgio a Cremano, in provincia di Napoli.

L'episodio è del 5 marzo, gli arresti sono scattati poche ore dopo, alle prime ore del 6 marzo. I tre erano stati identificati grazie al racconto e alle descrizioni della 24enne, che li aveva già visti in precedenza e conosceva almeno uno di loro, e sulla base delle immagini di alcune telecamere di sorveglianza della stazione, una delle quali puntata proprio sull'ascensore indicato,  che si trova in un'area esterna. I ragazzi, accusati di violenza sessuale di gruppo, avevano ammesso il rapporto sessuale con la ragazza, ma avevano sostenuto che fosse stato consensuale; di contro, la giovane aveva dichiarato alla Polizia di essere stata indotta a entrare nell'ascensore e di essere stata violentata a turno.

Nei giorni scorsi prima Sbrescia e successivamente Cozzolino erano stati liberati dal Riesame, che aveva annullato l'ordinanza senza disporre nessuna misura alternativa. La loro liberazione, di cui ancora non sono state rese note le motivazioni, aveva provocato un'ondata di sdegno sui social network.