Continua la protesta dei lavoratori della Whirlpool, l'azienda di elettrodomestici che ha annunciato la chiusura del suo stabilimento di via Argine, a Napoli Est, mettendo a repentaglio il posto di lavoro di 430 persone. E allora oggi, una delegazione di lavoratori è entrata al PalaCercola, nell'omonima cittadina della provincia partenopea, dove si è svolta la partita di pallacanestro femminile tra Stati Uniti e Taipei delle Universiadi 2019 di Napoli. Il gruppetto di lavoratori della Whirlpool si è accomodato sugli spalti del palazzetto dello sport e ha esposto lo striscione con la frase simbolo della loro protesta: "Napoli non molla". La frase era tradotta anche in inglese, per far conoscere la loro lotta anche a chi è giunto in città per i Giochi Olimpici degli atleti universitari.

Gli operai della Whirlpool Napoli, che rischiano il posto di lavoro, si sono radunati anche ieri sera all'esterno dello stadio San Paolo, dove si è svolta la Cerimonia di apertura delle Universiadi alla presenza, tra gli altri, del Presidente della Repubblica Sergio Mattarella e di molti altri esponenti del Governo. Anche all'esterno dell'impianto sportivo di Fuorigrotta, una delegazione dei lavoratori ha esposto lo stesso striscione, ribadendo la volontà di far conoscere il caso della Whirlpool Napoli a tutto il Paese.