Ci sono certi atteggiamenti e un malcostume di Napoli che non si riesce a debellare, nemmeno nelle occasioni in cui la città si mette in mostra davanti al mondo. Una è sicuramente la piaga dei parcheggiatori abusivi, l'altro – parliamo di eventi sportivi – è il bagarinaggio. Ci sono persone che dai tempi del Napoli di Maradona (forse anche prima) riescono ad accaparrarsi biglietti di eventi e partite e rivenderli a prezzi maggiorati fuori allo stadio San Paolo di Fuorigrotta. La cerimonia finale delle Universiadi 2019 non ha fatto eccezione: 15 euro per i distinti (presso ufficiale 4 euro), 5 euro o addirittura 10 la curva (prezzo ufficiale 2 euro). Sono alcuni dei prezzi dei biglietti venduti dai bagarini fuori allo stadio San Paolo poco prima dell'evento, come documentato da Fanpage.it con telecamere nascoste all'esterno dell'impianto sportivo.

Alcuni biglietti sono stati acquistati su internet, stampati e rivenduti, ad alcuni mancano i tagliandi necessari per entrare, quelli autentici sono stati acquistati dai bagarini giorni prima, determinando il sold out (fasullo) dell'evento. Dunque chi non ha potuto acquistare il ticket d'ingresso nei giorni scorsi, si è ritrovato la biglietteria ufficiale chiusa per tutto esaurito ed ha acquistato il biglietto a prezzo maggiorato, talvolta triplicato, dai bagarini, che hanno agito indisturbati nella zona antistante lo stadio, nonostante le imponenti misure di sicurezza e i numerosi agenti e militari dispiegati a presidio dello stadio e delle strade limitrofe.