Ciro Di Marzio – Marco D’Amore
in foto: Ciro Di Marzio – Marco D’Amore

In crisi l'industria cinematografica a Napoli. Tra gli effetti del Coronavirus, infatti, c'è il blocco di tutte le riprese di serie e fiction che erano previste in città. Da L'Amica Geniale 3 a Gomorra 5, che dovevano partire in questi giorni, ai Bastardi di Pizzofalcone 3 e Mina Settembre, che erano già partite e sono state fermate sul nascere. Un blocco che rischia di mettere in ginocchio un settore in fortissima espansione. A Napoli infatti prima dello stop di marzo si girava un film o un documentario al giorno. Secondo i dati dell'ufficio Cinema del Comune nel 2018, sono state 194 le produzioni cinematografiche (tra le quali 13 film, 19 cortometraggi e 4 fiction, oltre a decine di documentari, videoclip musicali, spot pubblicitari e trasmissioni per le tv) che hanno scelto il capoluogo partenopeo per le proprie riprese. Piazze, strade e vicoli del capoluogo campano si sono trasformati in set cinematografici. Da marzo, però, al Comune non sono più arrivate nuove richieste, a causa delle norme anti-contagio del Governo e della Regione. A Napoli si potrebbe tornare a girare in strada probabilmente tra agosto e settembre. Mentre si potrebbero anticipare alcune scene negli interni. Per alcune sceneggiature, intanto, si stanno riscrivendo le parti che prevedono la presenza di molte comparse, che per le norme anti-contagio non sono più possibili.

Stop a "L'Amica Geniale 3"

Tra le riprese cinemarografiche che erano state programmate per questo periodo, ma sono state bloccate a causa del Coronavirus, secondo l'Ufficio Cinema del Comune, ci sono L'Amica Geniale 3 e Gomorra 5. Le riprese de L'Amica Geniale 3 “Storia di chi fugge e di chi resta”, terzo capitolo del ciclo di romanzi di Elena Ferrante, che ha per protagoniste Lila e Lenù, sarebbero dovute partire adesso. C'erano già stati i primi contatti con il Municipio per mettere in calendario le aree dove allestire i set in città. L'anno scorso sono state diverse le location scelte a Napoli, da Corso Umberto I, a piazza Carlo III, a piazza dei Martiri, al Corso Vittorio Emanuele, riportate agli anni '60, per ricreare l'ambientazione del secondo capitolo della saga “Storia del nuovo cognome”. Quest'anno, invece, la lancetta della macchina del tempo si sarebbe dovuta spostare sugli anni '70, nei quali è ambientato il terzo romanzo. Protagoniste delle prime nuove puntate dovrebbero essere ancora le attrici rivelazione Gaia Girace e Margherita Mazzucco, mentre per interpretare Lila e Lenù in età adulta potrebbero essere scritturate altre attrici.

Rinviate le riprese di "Gomorra 5"

Sospeso anche l'avvio delle riprese della nuova stagione di Gomorra 5, che era stato già programmato per questi mesi dall'Ufficio Cinema del Comune di Napoli. Il nuovo capitolo dovrebbe riprendere la storia dove l'ha lasciata la quarta stagione, con Genny Savastano, interpretato da Salvatore Esposito, rinchiuso in un bunker dopo l'omicidio di Patrizia, interpretata da Cristiana Dell'Anna, e suo marito Mickey, Luciano Giugliano.

Bloccati i set dei "Bastardi di Pizzofalcone" e "Mina Settembre"

Tra le riprese cinematografiche in strada già partite e sospese a causa del Coronavirus, invece, ci sono le due fiction Rai, ispirate ai romanzi di Maurizio De Giovanni, I Bastardi di Pizzofalcone 3, con protagonista, tra gli altri, Alessandro Gassman, e Mina Settembre, la nuova serie, interpretata da Serena Rossi, la nuova fiction di Rai Uno, prodotta da Italian International Film, basata sull'ultima fatica letteraria di Maurizio De Giovanni che ha per protagonista una assistente sociale-detective dei Quartieri Spagnoli, Gelsomina Settembre. La nuova serie è ispirata al romanzo giallo “Dodici Rose a Settembre”, edito da Sellerio. Primi ciak a dicembre, tra le location scelte anche San Gregorio Armeno, a gennaio invece riprese anche nella Funicolare di Montesanto.