Genny Carra e Tony Colombo nel 2014
in foto: Genny Carra e Tony Colombo nel 2014

Il 28 marzo scorso, tra i 300 invitati che festeggiavano alla Sonrisa il matrimonio di Tony Colombo e Tina Rispoli, c'era anche Gennaro Carra. Genny, per gli amici. Trent'anni, marito della figlia di Salvatore Cutolo, quel "Borotalco" detenuto dal 2007 che per anni è stato il padrone incontrastato della "44" del Rione Traiano, una delle ultime piazze di spaccio-fortino che aveva resistito ai blitz e alle ordinanze. È finito in carcere anche lui nell'operazione che ha portato in manette 21 persone, tra affiliati al clan Cutolo e scissionisti del clan Petrone.

Tra i destinatari dell'ordinanza eseguita dai carabinieri della Compagnia Bagnoli compaiono anche Salvatore Basile, "Cozzeca nera", 28 anni, Gennaro Cozzolino, 29 anni, Emanuele Manauro, 26 anni, Salvatore Lazzaro, 26 anni, e Gianluca Orfeo, 29 anni: sono tutti già detenuti e sono accusati di essere quel manipolo che nel 2016 aveva cercato di affrancarsi dal gruppo di "‘o nano" terrorizzando il Rione Traiano a suon di stese coi mitra. E tra gli arrestati c'è anche Domenico Equabile, padre di Arturo, il ragazzo che i carabinieri ricercavano nella notte in cui morì Davide Bifolco e che successivamente si è scoperto gestisse una delle piazze di spaccio del Rione Traiano.

Ma, tornando a Carra, anche lui è un nome ben noto. Per gli inquirenti è ai vertici dell'organizzazione fondata dal suocero e retta dal cognato Enzo, fratello della moglie. Nel 2017 era stato accusato di molestie dalla figlia 15enne di una coppia del Rione Traiano, anche loro coinvolti nel mondo della malavita; storia mai chiarita, a cui seguì un raid intimidatorio: davanti al portone di quella famiglia si presentarono Carra e la moglie, Candida Cutolo, Bruno Annunziata, Vincenzo Cutolo e spararono tre colpi di pistola. I quattro erano stati arrestati nel febbraio 2017 e i tre uomini sono tra i nomi dei destinatari dell'ordinanza eseguita nella notte tra il 27 e il 28 maggio.

Con Tony Colombo la conoscenza risale però almeno a cinque anni fa, quando, il 2 luglio 2014, su Facebook è stato pubblicato un video che li ritrae cantare e ballare insieme durante quella che sembra una festa privata. Probabilmente una delle tante a cui ha presenziato il popolare neomelodico, ma la frequentazione deve essere proseguita anche dopo quella notte, tanto da inserirlo nella lista degli invitati al suo matrimonio.