236 CONDIVISIONI
video suggerito
video suggerito
Opinioni
Gomorra: la serie tv e la città

Ora Gomorra tolga la Vela di Scampia dagli episodi della prossima stagione

Le stanno demolendo. Ora togliete le Vele dalle fiction come Gomorra. Perché se Scampia continua ad essere per televisione e cinema il simbolo della Napoli insanabile, del cancro camorristico senza cura, allora tanto valeva non abbatterla, la Vela, ma farla diventare un grande set e farlo pagare a peso d’oro.
236 CONDIVISIONI
Immagine
Attiva le notifiche per ricevere gli aggiornamenti su

Ieri la Vela Verde di Scampia ha iniziato a scomparire dalla faccia della terra. È il caso che scompaia anche dalla serie tv Gomorra? Alcuni attori della fiction Sky tratta dal best seller di Roberto Saviano ieri si sono prodotti in pressoché inutili dichiarazioni sull'argomento della demolizione di una Vela (è la quarta che va giù nel corso degli anni).

Che dobbiamo fare, quindi? Se davvero è Restart, se davvero si tratta di un punto e a capo , di una nuova partenza, allora la Vela di Scampia deve sparire dall'immaginario collettivo del Male. Se Scampia continuerà ad essere per il cinema e le fiction televisive il simbolo della Napoli insanabile, del cancro camorristico senza cura, allora tanto valeva non abbatterla, la Vela di Scampia, ma farla diventare un grande set  cinematografico dell'orrore e farlo anzi pagare a peso d'oro, affittando la location come si affitta Cinecittà.

Registi, sceneggiatori, attori e produttori si passino una mano per la coscienza: non possono permettersi più di sfruttare quel simbolo senza capire che oggi, oggi che una Vela va giù, continuare a indicarla come Inizio e Fine d'ogni male significa solo far del male a Scampia e a chi ci vive onestamente.

236 CONDIVISIONI
Immagine
Giornalista professionista, capo cronaca Napoli a Fanpage.it. Insegna Etica e deontologia del giornalismo alla LUMSA. È autore del libro "Se potessi, ti regalerei Napoli" (Rizzoli). Ha una newsletter dal titolo "Saluti da Napoli". Ha vinto il Premio giornalistico Giancarlo Siani nel 2007 e i premi Paolo Giuntella e Marcello Torre nel 2012.
112 contenuti su questa storia
autopromo immagine
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni
api url views