550 CONDIVISIONI
Opinioni
4 Ottobre 2018
14:50

Il titolo di Libero: “Colera a Napoli hanno portato dagli immigrati”. Critiche a Feltri

Ha fatto discutere il titolo apparso questa mattina in prima pagina del quotidiano Libero sui due casi di colera che si sono registrati ieri a Napoli. Il quotidiano fondato da Vittorio Feltri e diretto da Pietro Senaldi titola sul ritorno del colera nel capoluogo campano e ne attribuisce la colpa agli immigrati. Sui social accuse al direttore editoriale Vittorio Feltri.
A cura di Valerio Papadia
550 CONDIVISIONI
Il titolo di Libero sul colera a Napoli
Il titolo di Libero sul colera a Napoli

Ha fatto molto parlare, ed è destinato a far parlare ancora, il titolo apparso questa mattina – in riferimento ai due casi di colera che si sono registrati ieri a Napoli – sulla prima pagina del quotidiano Libero, il giornale diretto da Pietro Senaldi e fondato da Vittorio Feltri, che ne è anche direttore editoriale, che recita: "Torna il colera a Napoli. Lo hanno portato gli immigrati". All'interno dell'articolo, poi, si legge: "Il nostro allarme era reale: più migranti, più malattie. Quando denunciammo il problema fummo accusati di razzismo. Però i fatti lo dimostrano: importiamo malattie che avevamo debellato".

Il titolo e l'articolo di Libero hanno suscitato la reazione – soprattutto social – indignata dei napoletani, che si sono scagliati contro Feltri e contro il giornale. Non solo, anche il mondo della cultura si è sollevato contro quanto scritto dal quotidiano. Inoltre, Ottavio Lucarelli, presidente dell'Ordine dei Giornalisti della Campania, afferma: "Il titolo di Libero di oggi e’ l’esempio di come non si fa informazione. Come Ordine dei giornalisti della Campania saremo al fianco dell’Ordine nazionale in ogni sede su questa vicenda vergognosa che getta fango su Napoli e sul giornalismo". Anche il presidente nazionale OdG Carlo Verna è intervenuto criticando il direttore editoriale del quotidiano del Nord.

Lo scrittore napoletano Maurizio De Giovanni, invece, ha così commentato: "Quel titolo non è la prima cosa indegna, vergognosa, cabarettistica, inutile, dannosa e autolesionista che fa un giornale con una platea di utenza per fortuna molto limitata". Allo stesso Feltri, oggi a Napoli per un convegno, De Giovanni ha detto: "Gli auguro di non ammalarsi, ma di stare attento. Perché se io pensassi e facessi un titolo in prima pagina sul fatto che questa è una città in cui c'è il colera non ci verrei. Evidentemente lui stesso sa che non corre pericoli".

La storia dei due casi di colera

La vicenda che ha "ispirato" il titolo di Libero e indignato i napoletani, e non solo, è ormai nota: ieri, mercoledì 3 ottobre, due persone, madre e figlioletto di due anni, sono stati ricoverati all'ospedale Cotugno di Napoli dopo aver contratto il colera. Madre e figlio, migranti residenti nella provincia di Caserta, erano appena tornati da un viaggio in Bangladesh.

550 CONDIVISIONI
Sono giornalista dal 2010. A Fanpage.it dall'agosto del 2016, scrivo per l'area Napoli, per la quale mi occupo del desk.
Bomba d'acqua su Napoli, strade allagate. Situazione critica a Mergellina e Riviera di Chiaia
Bomba d'acqua su Napoli, strade allagate. Situazione critica a Mergellina e Riviera di Chiaia
Immigrato trova portafogli con 1380 euro in strada a Napoli e lo restituisce
Immigrato trova portafogli con 1380 euro in strada a Napoli e lo restituisce
Rebecca, dagli Stati Uniti a Napoli: ogni giorno disegna la bellezza della città
Rebecca, dagli Stati Uniti a Napoli: ogni giorno disegna la bellezza della città
149.121 di Carmine Benincasa
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni