410 CONDIVISIONI
Opinioni
7 Marzo 2016
17:01

Napoli, primarie col trucco: il Partito Democratico non può far finta di niente

Le telecamere nascoste di Fanpage.it hanno documentato scambi di denaro e irregolarità che coinvolgono anche consiglieri comunali e che meritano una spiegazione. Il Partito Democratico, vista la vittoria di Valeria Valente per un pugno di voti non può far finta di nulla.
410 CONDIVISIONI
Un frame del video reportage di Fanpage.it sulle primarie a Napoli.
Un frame del video reportage di Fanpage.it sulle primarie a Napoli.

Il Partito Democratico non può far finta di niente. Non si può archiviare questa tornata di elezioni Primarie Pd a Napoli e sostenere che è tutto regolare, che abbiamo superato il pasticciaccio brutto, l'inguacchio del 2011 con le primarie Pd in salsa cinese senza fare i conti con questo video. Nella giornata di voto, i reporter di Fanpage.it si sono appostati fuori ad alcuni seggi ritenuti ‘caldi' perché ad alto rischio ‘truppe cammellate'. Quello che hanno visto è però andato ben oltre ciò che si aspettavano di poter registrare.

A Scampia e a Piscinola nell'area Nord e a San Giovanni a Teduccio, nella zona Orientale, le nostre telecamere nascoste si sono imbattute in personaggi che si ‘davano da fare' per perorare la causa del candidato risultato poi vincitore, Valeria Valente; in consiglieri comunali con la busta degli spiccioli pronti a finire nelle mani dei votanti e necessari a esprimere la preferenza al seggio (il regolamento napoletano obbliga al pagamento di un obolo d'almeno 1 euro). E addirittura i reporter di Fanpage.it si sono imbattuti in scrutatori pronti a uscire dal seggio per fornire l'elenco dei votanti a qualcuno seduto in automobile.  Abbiamo dunque documentato dazioni di denaro, pressioni e irregolarità che da cronisti non potevamo non pubblicare. Così abbiamo fatto.

Gli organi di stampa non forniscono giudizi sulla legittimità di una tornata elettorale: nel momento in cui tuttavia sollevino dei ragionevoli dubbi e  vista peraltro la vittoria risicatissima, del candidato Valente contro Antonio Bassolino è giusto nei confronti del popolo delle primarie e dei napoletani tutti che qualcuno dia risposte su quanto accaduto nel pomeriggio del 6 marzo 2016 a San Giovanni a Teduccio, a Scampia, a Piscinola.

Questi consiglieri comunali e consiglieri municipali a chi e a che titolo davano denaro per consentire il voto fuori ai seggi? Chi c'era appostato in auto e perché aveva interesse a conoscere l'elenco dei votanti? Chi indicava il candidato da votare fuori alle sedi allestite come seggio elettorale?  Il segretario del Partito Democratico di Napoli Venanzio Carpentieri e quello della Campania Assunta Tartaglione, cosa hanno da dire su questi filmati? E cosa ne dice la candidata a sindaco del Pd, Valeria Valente?

410 CONDIVISIONI
Giornalista professionista, capo servizio di Napoli a Fanpage.it. Insegna Etica e deontologia del giornalismo alla LUMSA. Ha un podcast che si chiama "Saluti da Napoli". È co-autore dei libri Il Casalese (Edizioni Cento Autori, 2011); Novantadue (Castelvecchi, 2012), Le mani nella città e L'Invisibile (Round Robin, 2013-2014). Ha vinto il Premio giornalistico Giancarlo Siani nel 2007 e i premi Paolo Giuntella e Marcello Torre nel 2012.
Malpezzi (Pd):
Malpezzi (Pd): "Ambiente, giovani, lavoro, ora ripartiamo dall'agenda del Partito Democratico"
580.965 di Fanpage.it
Roma, bagarini ancora al Colosseo: “La polizia li saluta e fa finta di niente
Roma, bagarini ancora al Colosseo: “La polizia li saluta e fa finta di niente"
734.503 di Lorenzo Sassi
Vaiolo delle scimmie, in Campania 14 casi accertati. L'esperto:
Vaiolo delle scimmie, in Campania 14 casi accertati. L'esperto: "Attenzione alle avventure estive"
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni