Riapre la pizzeria Di Matteo, nel cuore di via dei Tribunali a Napoli. Questa notte, attorno alle tre, ignoti avevano aperto il fuoco contro la serranda, raggiunta da quattro colpi di pistola, mentre nella zona interno sono stati recuperati una decina di bossoli. Sulla vicenda indagano le forze dell'ordine, per capire se sia trattato di racket o di una stesa "mirata" alla storica pizzeria napoletana.

Quel che è certo è che attorno alle 11 di questa mattina, la pizzeria ha già riaperto i battenti. Dopo i rilievi delle forze dell'ordine, ed attestato che a parte i quattro fori nella serranda non ci sono stati altri danni, è arrivata la decisione di riaprire come se nulla fosse successo. "Napoli è l'unico centro storico dove succedono queste cose. Mai subito minacce, ma lo stato intervenga per garantire la protezione", ha spiegato Di Matteo ai cronisti di Fanpage.it accorsi sul posto. E aggiunge: "Sempre qui si sono verificate numerose stese, e anche questa potrebbe esserne una". Intanto, la pizzeria ha però riaperto fin da subito i battenti, dando forse la risposta migliore a chi forse ha provato ad intimidirli. "Certo, potrebbe anche solo per una coincidenza che sia stata colpita la saracinesca del locale", ha aggiunto ancora Di Matteo, parlando delle tante stese avvenute in zona, anche nell'ultimo periodo. "Ma resta il fatto che per noi, come per altri noti colleghi pizzaioli colpiti in precedenza, quando si colpisce un luogo noto la cosa fa clamore".