3.626 CONDIVISIONI
Opinioni
Covid 19
25 Giugno 2020
16:26

Il grande bluff di Vincenzo De Luca: in Campania nessun miracolo sul Coronavirus

Il disastro della zona rossa a Mondragone e le ombre sugli appalti per realizzare il Covid Center Ospedale del Mare svelano il bluff di Vincenzo De Luca: non c’è alcun miracolo da festeggiare, non abbiamo nulla di cui vantarci, men che meno la Regione Campania può appuntarsi la medaglia della buona gestione dell’emergenza Coronavirus.
3.626 CONDIVISIONI
Attiva le notifiche per ricevere gli aggiornamenti su
Covid 19

Ci vorrà un po' di tempo, occorrerà far sedimentare la mezcla di paura, ego e autoritarismo affinché si veda finalmente di che colore è il brodo in cui, in Campania, stiamo cuocendo a fuoco lento come rane. Una cosa è chiara fin d'ora: non c'è stato alcun miracolo nella gestione della pandemia da Coronavirus in Campania. Vincenzo De Luca non è il re taumaturgo, quando sostiene «abbiamo fatto miracoli» semplicemente dice una bugia a scopo di propaganda politico- elettorale.

È il 25 giugno, l'emergenza Covid-19 in Italia è scattata a marzo con le draconiane misure adottate dal Governo. Da allora è stato un crescendo: chiunque, dall'ultimo volontario con una pettorina catarifrangente al presidente della Regione ha voluto e potuto dire la qualunque in nome della lotta al nemico comune e invisibile: il Nuovo Coronavirus. Oggi siamo in Fase 3, abbiamo ancora la strizza perché ipotizziamo una ripresa dei contagi a settembre-ottobre, ma nel frattempo è finito il blocco delle attività, la mascherina è calata e con essa è calata anche la maschera sulle tante inefficienze nazionali e locali. Puntiamo il faro sulla Campania: in questi giorni la regione che ha fatto meno tamponi di tutte le grandi regioni d'Italia vive la paura di un focolaio di Covid a Mondragone (Caserta). De Luca se la prende con la Bulgaria, invoca l'esercito e la polizia e domani, venerdì 26, nella sua settimanale diretta social via Facebook farà sicuramente fuoco e fiamme. Perché c'è sempre un nemico, c'è sempre qualcuno da colpire, un aggettivo da affibbiare, altrimenti lo show si inceppa e non fa avanti la campagna elettorale del Sultano della Paura.  «Il pericolo di un'unica storia» citando Ngozi Adichie, è reale nel caso di Vincenzo De Luca.

Sulla gestione dell'emergenza Coronavirus in Campania, parlano le inchieste, parlano le carte, parlano le notizie: il "veggente degli appalti" all'Ospedale del Mare documentato da Fanpage.it imbarazza la Regione Campania, i suoi dirigenti, l'Asl Napoli 1 nella persona del suo capo, Ciro Verdoliva e gli alleati dell'ex sindaco di Salerno, in primis il Partito Democratico della Campania e Italia Viva di Matteo Renzi.

Nessun miracolo, nessun capolavoro di buona gestione amministrativa: bisogna dirlo ora, senza puntare al fatto che il tempo è galantuomo. Perché, se è vero com'è vero che la storia la scrivono i vincitori, che il potere distorce a suo piacimento le vicende e la loro percezione, allora è giusto far oggi i conti con queste realtà. La prima è che la risposta securitaria alla pandemia in Campania è fallita (Mondragone insegna, ma non solo) e ci siamo salvati soprattutto per la paura di finire nel terrificante meccanismo della sanità regionale.  La seconda realtà è che ci sono molte ombre di tipo procedurale e amministrativo sulla gestione dei soldi in tempo di emergenza sanitaria Covid-19 in Campania. E su quest'ultimo aspetto occorrerà capire chi ha riso e chi ha pianto durante i giorni del contagio nella nostra regione.

3.626 CONDIVISIONI
Giornalista professionista, capo servizio di Napoli a Fanpage.it. Insegna Etica e deontologia del giornalismo alla LUMSA. Ha un podcast che si chiama "Saluti da Napoli". È co-autore dei libri Il Casalese (Edizioni Cento Autori, 2011); Novantadue (Castelvecchi, 2012), Le mani nella città e L'Invisibile (Round Robin, 2013-2014). Ha vinto il Premio giornalistico Giancarlo Siani nel 2007 e i premi Paolo Giuntella e Marcello Torre nel 2012.
31612 contenuti su questa storia
Bollettino Covid, oggi in Italia 43.084  contagi e 177 morti per Coronavirus: i dati di martedì 9 agosto
Bollettino Covid, oggi in Italia 43.084 contagi e 177 morti per Coronavirus: i dati di martedì 9 agosto
Covid Campania, 4.112 contagi e 3 morti: bollettino di martedì 9 agosto 2022
Covid Campania, 4.112 contagi e 3 morti: bollettino di martedì 9 agosto 2022
Covid Lazio, il 9 agosto 3333 casi e 10 morti: 1364 contagi a Roma
Covid Lazio, il 9 agosto 3333 casi e 10 morti: 1364 contagi a Roma
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni