"Il primo pensiero deve andare ai feriti". Queste le parole del sindaco di Napoli, Luigi De Magistris, intervenuto nella trasmissione "Mattina 9" subito dopo l'incidente che ha visto coinvolti tre convogli della Linea 1 della metropolitana partenopea. Se da una parte il bilancio provvisorio parla di quattro feriti in ospedale, dall'altro c'è paura tra i cittadini visto che un incidente del genere avrebbe potuto avere conseguenze ben più gravi, considerando anche l'alta affluenza di passeggeri che quotidianamente utilizzano il sistema di trasporto su ferro lungo la tratta tra Piscinola e Garibaldi.

"Cosa sia accaduto", ha continuato il primo cittadino partenopeo, "ce lo diranno la Magistratura ed i tecnici che stanno facendo le verifiche sul posto. Noi siamo al lavoro per capire quando sarà possibile ripristinare la Linea 1 e quale sarà l'impatto sulla viabilità per i prossimi giorni". La paura, infatti, è che tra i rilievi delle forze dell'ordine che stanno coordinando le indagini e la riparazione della linea, i tempi di ripristino del servizio possano essere particolarmente lunghi, con tutti i disagi che questo possa comportare per i cittadini. Fortunatamente, il bilancio non sembra particolarmente grave, come spiegato anche dal sindaco Luigi De Magistris: "Al momento ci risultano diciassette feriti, di cui dodici lievi che sono stati medicati già sul posto dai medici del 118 e cinque ricoverati tra il Cardarelli ed il Cto. Il primo pensiero deve andare a loro".

Per quanto riguarda invece il futuro della Linea 1 della metropolitana, che si prospetta tutt'altro che roseo, De Magistris ha aggiunto: "Si tratta di una giornata difficile per la paura ed il ferimento di queste persone, ma anche per quello che è il futuro del trasporto su ferro della nostra città. In giornata, speriamo di avere una visione più chiara sia sulle cause dell'incidente sia sull'impatto che questo avrà sui trasporti. Al momento, non sappiamo ancora se i tre convogli interessati saranno tutti sequestrati dalla magistratura o soltanto in parte". Per quanto riguarda invece i nuovi treni che arriveranno a breve per la Linea 1 della metropolitana di Napoli, il sindaco partenopeo ha spiegato che "aspettiamo a fine febbraio l'arrivo del primo treno, da mettere in servizio a ottobre. Come sapere, la flotta napoletana è già ridotta ai minimi termini. Non possiamo dare tempistiche precise", ha aggiunto ancora De Magistris, "dobbiamo capire cosa è  successo e accelerare al massimo, ma questo non dipende solo da noi, per il ripristino della linea e per capire quale sarà l'impatto nei prossimi giorni. Come sempre", ha quindi concluso, "si farà il massimo con i mezzi a disposizione".