La premessa è personale. Chi scrive ha deciso di non avere l'auto e affidare parte della sua vita di relazione e lavorativa ai mezzi pubblici di Napoli (che ovviamente paga in anticipo, essendo abbonato). In certi giorni ci si sente dei fessi; quando invece si vedono concittadini impazzire appresso a traffico, vigili urbani e parcheggiatori abusivi quella sensazione scompare. Tanto premesso, veniamo ad una sensazione che chiunque fra i pendolari di Napoli ha provato. La sensazione di insicurezza sulla metropolitana di Napoli che si avverte da molto prima di quest'incidente a Piscinola rispetto al quale andranno chiarite molte cose.

La metropolitana di Napoli si blocca almeno una volta a settimana, se non di più, per avarie di vario tipo. Ogni tanto nei vagoni si sente una puzza di attrito di ferraglia abbastanza inquietante. «Non c'è di che preoccuparsi» ti rispondono. Sono mesi che le organizzazioni sindacali più combattive denunciano carenze su mezzi troppo vecchi per restare ancora in circolazione senza un possente lavoro di manutenzione.

Un sindacalista di Anm – Marco Sansone di USB – ha detto una cosa che mi ha colpito: «L'errore umano è un’eventualità tecnicamente impossibile: ammesso e non concesso che un macchinista non si accorga di un eventuale segnale di stop, il sistema di sicurezza della linea dovrebbe arrestare immediatamente la corsa del treno». Esiste un sistema che si chiama Scmt, acronimo di Sistema Controllo Marcia Treno che semplicemente, quando un convoglio non rispetta il segnale semaforico, scatta e gli toglie corrente, arrestandolo subito. Questo sistema funziona correttamente sulla metro di Napoli? È scattato? I semafori hanno funzionato correttamente?

Altra questione: ma voi, sinceramente, vi fidate a viaggiare in una metro così vecchia? Ecco i tre cruscotti delle metro di Roma, Milano e Napoli. Quello di Napoli (il convoglio è quello distrutto dall'incidente) è così vecchio che risale come concezione agli anni Settanta-Ottanta. Un catorcio vetusto, insomma. I trasporti vivono della tecnologia e dei suoi progressi. Possibile che in dieci anni non è stato fatto un passo in avanti per quel che riguarda i trasporti metropolitani a Napoli? Vi fidate a salire ogni giorno su questi mezzi? Io no e non ne posso fare a meno. Però posso chiedere con forza di fare chiarezza: qual è lo stato della linea 1 della metro?